Fotografia: un albero dai mille frutti

Il seminario “Fotografia: un albero dai mille frutti”, incontro propedeutico al “Corso di Fotografia Digitale e Cultura dell’Immagine Artistica”, è stato l’occasione per riflettere sulla natura stessa dell’attività fotografica e le sue molteplici forme.

Gli impavidi che hanno sfidato la neve e il gelo per partecipare al seminario "Fotografia: un albero dai mille frutti"

La domanda da cui si è preso il via è quella classica già sentita tante volte: “E’ giusto manipolare le foto? Falsificare la realtà con il fotoritocco pesante?”.

Il quesito, in realtà, è stato riformulato in una più profonda e radicale domanda sul rapporto fra fotografia e verità, e sulla liceità di realizzare foto, appunto, che tradiscono l’aderenza alla realtà, attraverso una qualsiasi tecnica (camera oscura, fotoritocco, costruzione artificiale della scena ecc.).

Si è cercato di far luce sulla questione attraverso una galleria di immagini che hanno esemplificato i molteplici approcci alla fotografia, confermando la legittimità, all’interno delle proprie finalità, di ognuno di essi: dal reportage alla ritrattistica, alla foto di sensibilizzazione, alla fotografia sociale, di moda e così via.

Ph Credits David Poe @flickr

L’obiettivo, a parte l’approfondimento su una questione teorica molto dibattuta, era anche quello di aprire un ampio ventaglio di possibili utilizzi della fotocamera, in maniera che ognuno dei presenti potesse ritrovarne uno a lui congeniale, ed essere stimolato a fare foto e magari a frequentare il Corso di Fotgrafia Digitale e Cultura dell’Immagine Artistica che si svolgerà presso Suite Coworking a partire dal 14 marzo.

Angelo Moretti

Lascia una risposta